24/07/2016

Tutti i commenti

Invece pochi dubitano che Erdogan abbia organizzato il recente fallito golpe in Turchia...dietrologia a targhe alterne
Grazie per l'informazione. Avere consigli è sempre utile
Dagli USA sono giunti i dati attesi riguardo alla situazione dell'occupazione. E si tratta di dati migliori rispetto alle attese. A giugno infatti il saldo delle buste paga nei settori non agricoli è salito di 287 mila unità, molto più delle 175 mila stimate dagli analisti. E' l'incremento maggiore da inizio anno.

Ottimo anche il dato sul tasso di disoccupazione, salito il mese scorso dal 4,7 al 4,9 per cento, mentre ci si attendeva il 4.8. Il che significa che più persone stanno cercando lavoro, visto il miglioramento delle condizioni macro.

L'aggregato U-6, che al tasso di disoccupazione "classico" aggiunge i lavori scoraggiati, marginali e chi lavora a tempo parziale ma vorrebbe essere impiegato full-time, ha fatto registrare a giungo il 10,5%.

Le retribuzioni medie orarie sono salite dello 0,1% a 25,61$ portando il dato annuo al 2,6%, il maggiore dalla crisi finanziaria. Questo indicatore conferma che il mercato del lavoro gode di ottima salute ed è destinato a spingere l'intera economia statunitense nella seconda parte del 2016.

Gli analisti contattati da Bloomberg hanno rivisto le loro previsioni riguardo all'incremento dei tassi, che secondo il 22% potrebbe essere decretato nel meeting in calendario il 14 dicembre.

I [dati sul lavoro USA ] in esame hanno spinto il dollaro a rafforzarsi sul mercato Forex. Il cross Eur/Usd scende di oltre mezza figura al minimo intraday di 1,003, il livello più basso da due mesi. Il cambio sterlina/dollaro si è invece riavvicinato a quota 1,29.
Le specifiche del Samsung J3 versione 2016

Top 24 ore

Trend del giorno in Italia sul Web