26/03/2017
Economia, ecco gli appuntamenti del 30 novembre 2016
Focus sulla riunione dell'OPEC e sul Beige Book della FED. Alle 13.30 parlerà il governatore BCE, Mario Draghi (BCE) sul futuro dell'Europa. [...]

Diventa anche tu un fan di BlogNews!
Clicca qui per accedere alla pagina su Facebook e poi premi il bottone "Mi piace".

Feed RSS dei commenti degli iscritti a BlogNews
Puoi seguire i commenti di questo post anche attraverso feed RSS.

Scritto da HelyRicci il 29/11/2016
Uno degli appuntamenti economici più importanti senza dubbio è quello relativo all'inflazione nella Eurozona, che è prevista in crescita. Questo report si intreccia con altri che sono in arrivo riguardanti l'economia britannica tra giovedì e venerdì (riguardo il settore immobiliare e delle costruzioni britannico) per capire la possibile evoluzione del Eur-Gbp.

Oggi infatti la sterlina è tornata a spingere forte nei forex market, avvicinandosi nuovamente ai valori minimi che aveva raggiunto già giovedì scorso, a quota 0,845. La valuta britannica beneficia di alcuni dati macro positivi riguardanti la massa monetaria e i prestiti.

Ad esempio l'aggregato M4 a ottobre è salito del 1,1%, molto meglio delle previsioni degli analisti che erano dello 0,2%. Inoltre i crediti al consumo destagionalizzati sono cresciuti di 1,6 miliardi, anche in questo caso più di quanto erano le attese. I prestiti totali hanno invece raggiunto 4,9 miliardi, oltre il consensus.

Questi dati hanno spinto il cross Eur-Gbp verso il basso. Secondo i dati Plus500, il cross quota 0,8524 nel tardo pomeriggio (vedi qui per [Plus500 opinioni]).

In linea di massima la moneta britannica viene da un periodo molto positivo, visto che è stata l'unica a tenere il passo del dollaro, da quando Trump ha vinto le elezioni americane.
I prossimi dati in arrivo serviranno a capire se per quanto riguarda la coppia euro-sterlina, siamo effettivamente in presenza di un rilancio del trend ribassista oppure no.
Commento #1 | Permalink

Top 24 ore