BlogNews

14/11/2018


Debito e rating, non siamo solo noi a tremare

Dopo che l'Italia ha pagato il proprio scotto alle agenzie di rating, quelle che per intenderci giudicano lo stato di salute economica di un paese, ben presto altre grandi potenze europee dovranno passare l'esame. La prima è la Francia, che il 7 novembre sarà esaminata dall'agenzia DBRS. [...]


Diventa anche tu un fan di BlogNews!
Clicca qui per accedere alla pagina su Facebook e poi premi il bottone "Mi piace".

Feed RSS dei commenti degli iscritti a BlogNews
Puoi seguire i commenti di questo post anche attraverso feed RSS.

Scritto da Maximo 8 giorni fa

Il tema del giudizio delle agenzie di rating è sempre molto controverso, e di sicuro molto importanti per i mercati finanziari. Il timore di un downgrade accompagna tutte le nazioni e i governi, e tiene sull'allerta anche gli investitori.

Non si tratta soltanto degli effetti che il rating sul debito sovrano può avere sui titoli di Stato, ma anche su tutte le conseguenze finanziarie. Ad esempio pensiamo ai cambi, a come un downgrade possa incidere sull'andamento di una valuta. E più si tratta di [coppie di valute più volatili forex], più ovviamente l'effetto potrebbe essere ampio e dirompente.
Ecco perché gli investitori guardano sempre con attenzione all'appuntamento con i giudizi delle agenzie di rating.

Lo stesso discorso vale per i gestori dei fondi, che devono sempre stare attenti alla composizione migliore del proprio portafoglio. Discorso che non riguarda solo i grandi gestori, ma anche i piccoli investitori che devono fare i conti con il profilo di rischio rendimento del proprio portafoglio. E chiaramente devono valutare bene anche le [migliori piattaforme trading online autorizzati], perché se si sceglie quella sbagliata si rischia di fare "brutti" incontri e mettere a rischio il proprio capitale.

Commento #1 | Permalink


Top 24 ore