BlogNews

21/06/2021



Diventa anche tu un fan di BlogNews!
Clicca qui per accedere alla pagina su Facebook e poi premi il bottone "Mi piace".

Feed RSS dei commenti degli iscritti a BlogNews
Puoi seguire i commenti di questo post anche attraverso feed RSS.

Scritto da Maximo il 12/05/2021

I dati macro della Eurozona sono uno dei fattori che sta spingendo l'euro sul mercato valutario. Il cambio EUR-USD è salito di nuovo oltre 1,21 e le prospettive sono ancora favorevoli alla valuta unica. Lo dicono tutti gli analisti delle [migliori piattaforme trading gratuite].


Inoltre, dal punto di vista strettamente tecnico importanti strumenti come l'[indicatore MFI Money Flow index trading], continuano a evidenziare la forza della valuta unica in questo momento.

Tornando ai dati, il tasso di inflazione previsto nella zona UE sarà quest’anno dell’1,7% (dopo 0,3% nel 2020), in calo all’1,3% nel 2022.
Il debito/pil è previsto al 102,4% quest’anno (dopo 100%) e al 100,8% l’anno prossimo.
In calo il tasso di disoccupazione, previsto all’8,4% quest’anno e al 7,8% l’anno prossimo (nel 2020 al 7,8%).

Nel frattempo anche Eurostat ha fornito dei dati importanti, che riguardano le buone prospettive di ripresa per l'Eurozona. Ha infatti reso noto che a marzo la produzione industriale è cresciuta del 10,9% su base annua (consensus +11,6% a/a).

A febbraio la produzione era diminuita dell'1,8% rispetto allo stesso periodo nel 2020. Su base mensile la produzione industriale ha registrato un incremento dello 0,1% risultando di inferiore alle attese pari al +0,7% ma in crescita dal -1,2% della rilevazione precedente (rivista da -1%).

Commento #1 | Permalink


Top 24 ore