BlogNews

24/11/2017


Tassi stabili anche in Australia, la RBA resta prudente

Come era nelle previsioni, anche la Banca centrale Australiana ha deciso di mantenere un tono molto dovish. L'istituto australiano ha infatti deciso di confermare il tasso di interesse al livello minimo che venne stabilito ad agosto 2016. Anche i commenti a corredo del meeting sono molto improntati alla prudenza. [...]


Diventa anche tu un fan di BlogNews!
Clicca qui per accedere alla pagina su Facebook e poi premi il bottone "Mi piace".

Feed RSS dei commenti degli iscritti a BlogNews
Puoi seguire i commenti di questo post anche attraverso feed RSS.

Scritto da HelyRicci 13 giorni fa

Anche l'Australia è una di quelle economie che i trader tengono d'occhio per le loro attività di negoziazione. Del resto parliamo di una valuta fortemente correlata tanto ad altre valute (come il dollaro) quanto a diverse materie prime. L'Aussie quindi è molto negoziato.

Abbiamo visto viaggiare la valuta australiana in discesa contro le altre major ultimamente. In special modo sfruttando le [piattaforme bonus trading senza deposito] abbiamo visto il cross AudUsd tornare verso quota 0,77. Di contro la valuta australiana perde quota nei confronti dell'euro nonché del dollaro Kiwi.

Occhio però alle prossime evoluzioni degli aspetti eco-politic negli USA, che potrebbero avere delle ripercussioni sulla valuta australiana. Si può suggerire di sfruttare i [segnali ichimoku trading system] per determinare la propria operatività nel breve-medio termine.

Rciordiamo peraltro che il valore dell'Aussie dollar è ritenuto elevato dalla banca centrale australiano, che non vede di buon occhio la cosa perché sta limitando le pressioni sui prezzi e la crescita dell'inflazione stessa.

Commento #1 | Permalink


Top 24 ore