BlogNews

07/07/2020


Risultati della ricerca per "https://www.media.inaf.it"

Un soffio di vita dalle stelle morenti

Uno studio pubblicato su Nature Astronomy fa luce sul ruolo avuto dalle stelle di piccola massa nel “fertilizzare” la nostra galassia, arricchendola di carbonio, l'elemento chimico che sta alla base della vita. A coordinare la ricerca è stata Paola Marigo, dell’Università di Padova. Nel team anche Léo Girardi, ricercatore dell’Inaf [...]


Andiamo a caccia della cometa Neowise

Dopo essere sopravvissuta al passaggio al perielio, la cometa Neowise fa bella mostra di sé nel cielo estivo. A causa dell'elevata velocità di allontanamento dal Sole, il periodo di visibilità a occhio nudo terminerà all'inizio di agosto. Ecco tutte le indicazioni per la sua osservazione, a occhio nudo o con un piccolo binocolo [...]


Dimmi, stellato ciel, perché ti vedo male?

Patrimonio dell’umanità, la volta celeste è fonte di irresistibile attrazione. Ma ora scorgere gli astri è sempre più difficile: l’inquinamento luminoso e i satelliti oscurano questa meraviglia. Ne ha scritto Patrizia Caraveo ieri sul “Domenicale” del Sole24Ore nell'articolo che, con il consenso dell'autrice, vi riproponiamo oggi su Media Inaf [...]


Cerco un centro di gravità

Il baricentro del Sistema solare è un oggetto matematico-astronomico sorprendentemente sfuggevole. Ma avere una stima che oscilla di 100 metri rispetto alla sua vera posizione permette ai ricercatori di vedere anomalie nei tempi di arrivo degli impulsi provenienti da stelle di neutroni e pulsar [...]


Trentacinquemila dollari per una toilette spaziale

La Nasa si rivolge ai cittadini – compresi i più giovani – per la progettazione di servizi igienici compatti che possano funzionare sia in microgravità che in gravità lunare. I progetti selezionati potrebbero essere impiegati nei lander lunari del progetto Artemis, che dovrebbero portare donne e uomini sulla Luna nel 2024 [...]


Toi-849b, il gigante nudo

Grazie alle osservazioni del satellite Tess della Nasa e allo strumento Harps dell'Eso, un team di ricercatori dell'Università di Warwick ha scoperto, per la prima volta, il nucleo primordiale esposto di un pianeta. Si chiama Toi-849b, e offre l'opportunità unica di guardare al cuore di un gigante gassoso. Tutti i dettagli su Nature [...]


Chiedere l’età alle rocce aliene si può: con Codex

Ultimato un prototipo che migliora di circa cinque volte, rispetto alle precedenti misure, la datazione in situ di rocce marziane e lunari. La miniaturizzazione dello strumento offrirebbe un’alternativa al ritorno dei campioni sulla Terra e consentirebbe di organizzare eventuali missioni di rientro in modo più mirato [...]


Specchi di Ligo in balia di fluttuazioni quantistiche

Misurato l’effetto prodotto dal rumore quantistico sugli specchi da 40 kg dell’interferometro statunitense per le onde gravitazionali: si “spostano” di circa un miliardesimo di miliardesimo di centimetro. È un rumore intrinseco e ineluttabile, essendo legato al principio di indeterminazione di Heisenberg. Ma l’uso di luce “squeezed” permette di limitarne l’impatto sulla precisione [...]


Due estati addosso su Kelt-9b

Cosa succede a un esopianeta che gira su un'orbita polare attorno a una stella in rapidissima rotazione? Che attraversi due estati e due inverni all'anno, ad esempio. Questo è quanto ha determinato un team internazionale di astronomi analizzando i dati del satellite Tess della Nasa sulla stella Kelt-9 e sul suo pianeta, Kelt-9b: il più caldo dei gioviani ultra-caldi conosciuto. Tutti i dettagli [...]



La verità del ghiaccio

Uno studio innovativo in laboratorio ha dimostrato la fattibilità di ricostruire la storia dell’orientamento del campo geomagnetico attraverso gli strati di ghiaccio e polveri stratificati nelle regioni polari della Terra. L’esperimento ha mostrato che la concentrazione di particelle magnetiche nel ghiaccio determina il livello di magnetizzazione residua, e fornisce una metodologia [...]


Betelgeuse, una stella “a pois”

Betelgeuse, la famosa stella nella costellazione di Orione, negli ultimi mesi ha subito un forte calo di luminosità. Gli scienziati hanno teorizzato varie ipotesi cercando di spiegare il fenomeno. Un team guidato dal Max Planck Institute for Astronomy ha dimostrato che all'origine dell'oscuramento potrebbe esserci la produzione di macchie solari. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista [...]


La misteriosa scomparsa di una stella massiccia

Usando il Very Large Telescope dell’Eso, alcuni astronomi hanno scoperto l'assenza di una stella massiccia instabile nella galassia nana Kinman. Gli scienziati pensano che ciò potrebbe indicare che la stella è diventata meno luminosa e parzialmente oscurata dalla polvere. Una spiegazione alternativa è che la stella sia collassata a formare un buco nero senza produrre una supernova, un evento [...]



La densità del ferro fuso nel cuore della Terra

Combinando la radiazione di sincrotrone prodotta dallo strumento Spring-8 con le potenti presse di cui è dotata la facility giapponese e un nuovo metodo analitico, un team internazionale di ricercatori guidati dall'Università di Kyoto è riuscito a stimare con estrema precisione la densità del ferro liquido puro in condizioni simili a quelle presenti nel nucleo esterno della Terra. Tutti i [...]


Top 24 ore

Notizie regionali

Cartina dell'Italia Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Emilia Romagna Liguria Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Campania Molise Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Trend del giorno in Italia sul Web